MOSTRA PERSONALE 2018: ANIMA MARE, Castello di Nervi, Genova, curata da Barbara Cella (Mostra) ed Anita Chieppa (Eventi Collatrali).

MOSTRA PERSONALE 2019

Nervi: un diario di bordo
Torre Gropallo, Genova Nervi

Settembre 2019

15 settembre alle ore 18: Rinfresco e Presentazione dell’Artista con l’Architetto Raffaella Renzoni Rubino, Ambasciatrice di Genova nel Mondo

In questa mostra intima l’artista invita i visitatori ad entrare nel suo diario artistico: due anni fa Carolina Goedeke si è trasferita da Berlino a Genova Nervi, dove dipinge sugli scogli instaurando un dialogo silenzioso con la natura che la circonda.
Queste opere, 35 acquerelli e disegni, sempre creati all’aperto, funzionano come mappe intuitive e visualizzano processi energetici del cambiamento interno:

Un viaggio dentro al mio corpo
Ispirata dall’osservazione del mare
Percepisco il flusso dentro di me
È la corrente del mare
Che sento dentro di me
Il suo moto perpetuo
Che mi induce a mettere in dubbio
I miei concetti d’identità e di confine

Quadri come antidoto contro la stagnazione…volgendo uno sguardo verso la natura, un altro verso il flusso energetico interno al proprio corpo. L’inconscio sta creando i significati, senza un controllo razionale dell’artista: scorrendo con il proprio ritmo, come nella musica, un motivo segue l’altro continuamente.
Cosi i dipinti offrono a ciascun visitatore la sua interpretazione individuale.
Il diario visivo di Carolina parla non solo di un viaggio individuale, ma anche di processi più ampi, archetipici, anche mistici, che cercano il dialogo con lo spettatore.

Mostra patronata da Pro Loco Nervi, Comune di Genova, Municipio lX Levante

MOSTRA COLLETTIVA 2018
MEMORY BOX

Non c’è memoria senza oblio
18 artisti a confronto, 18 scatole in bilico, Tra memoria e dimenticanza

25 Maggio – 10 Giugno 2018
Castello di Nervi, Genova

Curata da Associazione Acciughefelici

Videoinstallazione:
GLI UCELLI E LA RESILIENZA
Loop, 14 min, Berlino-Genova, 2017/18
Di Carolina Goedeke con ringraziamento a Dieter Goedeke

Mio padre, nato in una famiglia Prussia in 1934 a Berlino, mi raccontò i suoi ricordi della seconda guerra mondiale e della sua fuga in Prussia dell’ Est:
Le sue memorie: La sua infanzia da 1939 alle 1944 a Berlino, Koenigsberg (Kaliningrad, Russia), Rauschen (Svetlogorsk ll, Russia) e la sua fuga di Frombork (Polonia) 12 km sul mare baltico ghiacciato fino al Frisches Haff e poi via Gdansk /Hela in Danimarca in Aprile 1945.
Ho abbreviato e tradotto le sue memorie in inglese e in italiano.

Il mio scopo non è di narrare una documentazione storica. Invece sto confermando l’abilità della speranza e del conforto:
Si chiama „Resilienzia“ la capacità dell’ anima umana di superare delle esperienze traumatiche: Creando e mantenendo una ricostruttiva forza mentale e emozionale.

Questi testi personali sono stati narrati del punto di vista da un ragazzo. Sto collegandoli con scene di performance che sono rappresentate in un modo astratto e surreale e che si riferiscono alla natura e agli uccelli.
Mi sembra che l’abilità della resilienza sia molto importante nei tempi difficilissimi: mentre la fuga, la migrazione, nella guerra o confrontando cataclisme.
La capacità della resilienza di mio padre è radicata nel suo affetto per la natura e sopratutto per gli uccelli. Spesso anche il processo della creazione artistica in se stesso è un grande supporto.

MOSTRA PERSONALE 2018

ANIMA MARE
Castello di Nervi, Genova
7 -23 Settembre 2018

curata da Barbara Cella

Carolina Goedeke porta al Castello di Nervi un lavoro incentrato sul suo rapporto con il mare, ispirata dalla luce e dalle onde della Liguria. Dipingendo sugli scogli di Nervi, instaura un dialogo silenzioso con la natura che la circonda. Questo suscita in lei processi energetici ed emozionali quasi meditativi, che trasferisce sul foglio realizzando acquerelli dai vividi colori e creando, così, uno spazio onirico e immaginifico.

Questi lavori sono complementari ai video che realizza unendo il suono del suo clarinetto con le immagini deri- vanti dalle sue esperienze e sensazioni in lei suscitate da questa comunione con il mare e la natura.
 “Sono convinta che abbiamo bisogno di una relazione empatica con la natura per essere più capaci di proteggerla. Il distacco non mi sembra sufficiente, quindi un approccio “mistico“ potrebbe essere utile: sentendoci più uniti per un attimo dimentichiamo i confini tra di noi, tra specie diverse e tra i fenomeni della natura”.

Gli acquerelli, insieme con la videoinstallazione e le performance con il Clarinetto, trovano la loro naturale collocazione proprio nelle due sale del Castello, dove producono un continuo rimando visivo e sensoriale con il mare che entra attraverso le finestre aperte sull’orizzonte.
 Per sviluppare questo progetto Carolina Goedeke si è trasferita, nel 2017, da Berlino a Genova Nervi.
 Essendo un artista interdisciplinare, sviluppa una sintesi tra arti visive, musica e performance incentrata, per questo lavoro, sull’esplorazione delle relazioni empatiche tra gli uomini e la natura, dove mette in discussione la solidità dei confini tra essi.

La sua cifra artistica è un connubio tra questi diversi linguaggi artistici, in cui gli acquerelli sono pensati e inseriti nel progetto più ampio della performance, che, all’interno dei video, è accompagnata dal suono del suo clarinetto, in un richiamo continuo di sensazioni sonore e visive.
Durante l’inaugurazione ci sarà la proiezione del video “Oceano arioso”.

(Barbara Cella)

Mostra patronata dal Comune di Genova e del Municipio lX Levante

EVENTI COLLATERALI
Tutti i sabati e domeniche h.19.00-19,30:
“Colori del clarinetto” performance musicale di Carolin Goedeke in riferimento alle opere della mostra
Venerdì 14 settembre h.19.00
“Anima mare”, improvvisazioni sonore con Bruno Gussoni (flauti), Riccardo Canessa (chitarra basso) e Carolina Goedeke (clarinetto) in relazione alle opere

 

Fotos: Lucia Luce, Furio Belloro, Raffaella Renzoni Rubino, Carolina Goedeke

It seems we can’t find what you’re looking for. Perhaps searching can help.